Tortini di ratatouille

Diamo un’altra forma alle “solite” verdure saltate!

Ingredienti per 4 persone:

Carote: 2
Zucchine: 2 medie
Peperoni: 2, rossi
Cipolla: 1/4
Uova: 2
Senape: 2 cucchiaini
Parmigiano Reggiano: 40 grammi
Olio extravergine di oliva: 2 cucchiai
Burro: q.b.
Sale: q.b.
Pepe: q.b.

Preparazione:

Tagliare le carote (private della buccia), le zucchine e i peperoni (svuotati dei semi) a fiammifero.

In una padella antiaderente rosolare la cipolla triturata con l’olio, quando è dorata aggiungere le carote e i peperoni e cuocerli per circa 15 minuti girando di tanto in tanto.

Aggiungere le zucchine, salare, pepare e proseguire la cottura per altri 10 minuti, spegnere la fiamma e lasciare intiepidire.

ratatouille in padella

Intanto, mescolare i tuorli delle uova con la senape, il Parmigiano Reggiano; poi incorporare le verdure e gli albumi delle uova montati a neve.

Cuocere in pirottini imburrati e “impanati” con il Parmigiano Reggiano in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 15 minuti.

Attendere 10 minuti prima di ribaltare i pirottini nel piatto di portata e servire.

ratatouille tortini

Scaloppine all’arancia

Dato che le scaloppine al limone sono un classico che non passa mai di moda, ho pensato: perché non provare con l’arancia?

Ingredienti per 4 persone:

– Fettine di lonza: 500 grammi
– Arance: 3
– Burro: 30 grammi
– Farina: 20 grammi
– Sale: q.b.

Preparazione:

In una padella antiaderente infarinare le fettine di lonza e rosolarle senza coperchio a fiamma bassa con il burro un minuto per lato.

Aggiungere il succo e la scorza grattuggiata delle arance, salare e alzare un po’ la fiamma, lasciare che la carne completi la cottura e che la crema si addensi per 6-7 minuti.

scaloppine arancia 1

Servire calde.

scaloppine arancia 2

Zuppa di pomodori piccante

Questo piatto mi ricorda un Novembre di una decina d’anni fa, in un localino senza pretese nascosto in una piccola traversa della Damrak, ad Amsterdam.
Lì ho mangiato per la prima volta LA Zuppa di Pomodori, quella con Z e P maiuscole. Ho provato a rifarla più e più volte, questa è la ricetta che più si avvicina al piatto di allora!

Ingredienti per due persone:

Pomodori: 350 grammi, tipo Perini
Cipolla: 1/4
Aglio: 2 spicchi
Olio extravergine di oliva: 2 cucchiai
Panna da cucina: 2 cucchiai
Brodo vegetale: 300 ml
Paprika: q.b.
Sale: q.b.

Preparazione:

In una casseruola sbollentare i pomodori in abbondante acqua per circa 10 minuti. Estrarli e privarli della pelle.

In una padella antiaderente con i bordi alti soffriggere l’aglio con l’olio, una volta dorato toglierlo e aggiungere la cipolla sminuzzata, e dopo un minuto i pomodori tagliati a tocchetti.

Zuppa di pomodori 1

Rosolare il tutto per 2-3 minuti, poi aggiungere il brodo, la paprika e lasciare proseguire la cottura a fiamma media senza coperchio per circa 15 minuti.

Spegnere la fiamma e frullare il tutto con un frullatore a immersione. Poi mantecare con la panna.

Servire tiepida, preferibilmente accompagnata da crostini.

zuppa di pomodori 2

Crostata con crema al limone

Ingredienti per 8 persone:

Per la pasta frolla:
– Farina 00: 350 grammi
– Fecola di patate: 40 grammi
– Burro: 160 grammi, morbido
– Zucchero a velo: 110 grammi
– Uova: 1
– Limoni: 1
– Lievito in polvere: 3 grammi
– Vanillina: 1 Bustina
– Sale: 1 pizzico

Per la crema al limone:
– Burro: 150 grammi
– Zucchero: 130 grammi
– Uova: 2 1/2
– Limoni: 1

Preparazione:

Setacciare la farina, la fecola e il lievito. Unire le uova sbattute insieme a un pizzico di sale. Incorporare poi il burro a pezzetti, lo zucchero, la scorza e il succo del limone, la vanillina.

Lavorare la pasta pochi minuti (altrimenti la frolla si indurisce), formare una palla e riporla in frigo per circa mezz’ora.

Quando è quasi trascorso il tempo di attesa preparare la crema (è preferibile non farlo prima, perché tende a smontarsi): in una terrina sbattere le uova e lo zucchero con le fruste, fino a ottenere un composto spumoso.

Aggiungere la scorza e il succo del limone, incorporare il burro sciolto a bagnomaria e lasciato intiepidire, lavorare con le fruste fino a quando l’impasto risulta omogeneo.

Estrarre la pasta frolla dal frigo, stenderla con l’aiuto di un mattarello infarinato, distribuirla in una teglia per crostate di circa 24 cm di diametro, precedentemente imburrata e infarinata.

Riempire l’interno della frolla con la crema e cuocere in forno preriscaldato a 170 gradi per circa 25 minuti (controllare che la frolla sia dorata e che la crema si sia addensata).

torta limone

Lasciare raffreddare a temperatura ambiente e poi riporre in frigo per almeno tre ore affinché la crema assuma la giusta consistenza.

Tirare fuori dal frigo 15 minuti prima di servire.

torta fetta

Melanzane al funghetto

Uno dei miei contorni preferiti!

Ingredienti per 4 persone:

– Melanzane: 400 grammi
– Pomodorini: 250 grammi, tipo ciliegino
– Aglio: 4 spicchi
– Basilico fresco: 6-7 foglie
– Olio extravergine di oliva
– Pepe: q.b.
– Sale: una manciata
– Peperoncino: q.b.

Preparazione:

Tagliare a cubetti di circa 2 cm di lato le melanzane lavate e asciugate, riporle in uno scolapasta coperte da una manciata di sale, sotto un piatto con un peso per circa mezz’ora (affinché perdano l’acqua).

In una padella antiaderente soffiggere l’aglio con l’olio, quando è dorato, aggiungere le melanzane strizzate e cuocerle girando spesso per circa 20 minuti.

Incorporare i pomodorini lavati e tagliati a metà, schiacciarli aiutandosi con il cucchiaio di legno, aggiungere il basilico, cospargere con pepe e peperoncino.

melanzane al funghetto

Lasciare cuocere a fiamma abbastanza bassa con il coperchio per altri 25 minuti, girando di tanto in tanto. Servire calde.

melanzane al funghetto 2

Tranci di salmone in salsa di soia

Ricetta facile-facile per un secondo veloce ma dal gusto insolito!

Ingredienti per 4 persone:

– Tranci di salmone: 4
– Olio extravergine di oliva: 3 cucchiai
– Salsa di soia: 4 cucchiai
– Vino: 1/2 bicchiere
(Non occorre sale, perché la soia è salata).

Preparazione:

Rosolare i tranci di salmone nell’olio un minuto per lato, aggiungere il vino, la soia, coprire e lasciare cuocere a fiamma media per 8 minuti.

salmone soia in cottura

Scoperchiare, alzare la fiamma e lasciare cuocere ancora un paio di minuti affinché il condimento arrivi quasi ad asciugarsi e il salmone prenda colore.

Servire caldi.

salmone soia cotto

Torta patapollo

Ricetta un po’ buffa, ispirata a un piatto dell’Ikea!

Ingredienti per 4 persone:

– Petto di pollo: 1
– Patate: 300 grammi
– Uova: 2
– Panna da cucina: 200 ml
– Fontina: 100 grammi
– Curry: una presa
– Burro: 30 grammi
– Sale: q.b.

Preparazione:

Rosolare il pollo tagliato a dadini piccoli e cosparso di curry con il burro per 2-3 minuti.

Spostare in una terrina e mescolare con la panna, le uova sbattute con il sale, la fontina tagliata a dadini piccoli e le patate lessate tagliate a tocchetti.

Infornare in un tegame di circa 22 cm di diametro rivestito di carta forno e lasciare cuocere in forno preriscaladato a 180 gradi per circa 30 minuti.

Servire la torta calda, a fette.

torta patapollo

Torta bigusto, a piani, a forma di pinguino

Per un compleanno speciale volevo realizzare una torta tridimensionale a forma di pinguno, ma non amo la pasta di zucchero (facile da lavorare, ma troppo dolce per i miei gusti) e detesto il pan di spagna (da me ribattezzato “pan di spugna” per la consistenza), così ho provato a mettere insieme torte e glasse, perché una torta prima ancora che bella deve essere buona!

Ingredienti per 10 persone:

Per le torte all’arancia:
– Farina 00: 200 grammi
– Zucchero: 140 grammi
– Arance: 2
– Uova: 3
– Burro: 65 grammi
– Latte: 2 cucchiai
– Lievito in polvere: 12 grammi

Per le torte al cacao:
– 150 gr di farina 00
– 150 gr di zucchero semolato
– 80 gr di burro a temperatura ambiente
– 75 gr di cacao amaro in polvere
– 3 uova intere
– 150 ml di latte
– Lievito in polvere: 1 bustina

Per la glassa bianca:
– Zucchero a velo: 50 gr
– Acqua: 2 cucchiai

Per la glassa al cioccolato:
– Cioccolato fondente: 200 grammi
– Zucchero: 100 grammi
– Acqua: 100 ml

Per i biscotti al burro:
– Farina 00: 40 grammi
– Fecola di patate: 10 grammi
– Burro: 25 grammi
– Zucchero: 15 grammi

Per la farcitura tra i piani:
– Marmellata all’albicocca: 40 grammi circa

Preparazione:

È consigliabile dividere la preparazione in due giorni: il primo per la cottura delle torte e dei biscotti e il secondo per l’assemblaggio e la decorazione.

Torte all’arancia:

In una terrina sbattere le uova e lo zucchero con le fruste fino a ottenere un composto spumoso. Incorporare il burro ammorbidito a pezzettini, il succo e la buccia grattuggiata delle arance.

Aggiungere gradualmente la farina setacciata (per evitare che si formino grumi) mescolando l’impasto, fino a ottenere un composto omogeneo e infine il lievito sciolto nel latte.

Versare il tutto in una teglia alta di circa 16 cm di diametro precedentemente imburrata e infarinata, tranne 5 cucchiai del composto, da versare in un pirottino di circa 8 cm di diametro.

Cuocere a 180 gradi in forno preriscaldato per circa 30 minuti la torta grande, 20 minuti la torta piccola (verificare con lo stuzzicadenti la cottura interna).

Torte al cacao:

In una terrina sbattere le uova e lo zucchero con le fruste fino a ottenere un composto spumoso. Incorporare il burro ammorbidito a pezzettini ela farina setacciata.

Aggiungere il latte in cui si è fatto sciogliere il cacao a filo, mescolando l’impasto, fino a ottenere un composto omogeneo e infine il lievito.

Versare il tutto in una teglia alta di circa 16 cm di diametro precedentemente imburrata e infarinata, tranne 5 cucchiai del composto, da versare in un pirottino di circa 8 cm di diametro.

Cuocere a 180 gradi in forno preriscaldato per circa 30 minuti la torta grande, 20 minuti la torta piccola (verificare con lo stuzzicadenti la cottura interna).

Lasciare raffreddare bene tutte le torte prima di estrarle dalle teglie e coprirle con un panno fino al giorno dopo.

torta pinguino pezzi

Biscotti al burro:

Setacciare la farina, la fecola e il lievito. Unire le uova sbattute insieme a un pizzico di sale. Incorporare poi il burro a pezzetti e lo zucchero.

Lavorare l’impasto per pochi minuti (per evitare che si indurisca), formare una pallina e riporla in frigo per circa mezz’ora avvolta nella pellicola.

Estrarre la pasta dei biscotti, stenderla con il mattarello infarinato e ritagliare le forme dei biscotti desiderate per: zampe, ali e becco del pinguino.

Inserire nei biscotti così ottenuti degli stuzzicadenti per metà della lunghezza (uno lungo per ogni ala, due corti per le zampe, uno corto per il becco) in modo che sarà possibile incastrarli nella orta, poi infornare a 170 gradi per 8-10 minuti (controllare che la superficie dei biscotti sia dorata al punto giusto).

Lasciare raffreddare bene i biscotti prima di toccarli (per evitare che si rompano, dato che contengono gli stuzzicadenti).

Costruire il pinguino:

Sulla carta da forno, appoggiare la torta grande all’arancia e tagliare con un coltello lungo la parte superiore, in modo da renderla perfettamente orizzontale.

Stendere uno strato di marmellata e poi appoggiare la torta grande al cacao privata del fondo (se il fondo risulta liscio e poroso, è possibile evitare di eliminarlo), premere bene le due torte tra loro.

Tagliare con il coltello lungo la parte superiore della torta al cacao al centro per la larghezza della base della orta piccola, stendere uno strato di marmellata e poi appoggiare la torta piccola all’arancia sottosopra, privata dello strato superiore.

Stendere un altro strato di marmellata e poi appoggiare la torta piccola al cacao privata del fondo (se il fondo risulta liscio e poroso, è possibile evitare di eliminarlo), premere bene le due torte tra loro.

pinguino piani

Dare la forma al pinguino:

Tagliare con un coltello piccolo la parte superiore della torta al cacao, in modo da arrotondare lo scalino tra la testa e il corpo del pinguno. È preferibile procedere con piccoli tagli alla volta, in modo da poter rimodellare eventuali errori.

torta pinguino ritagli

Arrotondare la testa nel caso non avesse la forma bombata (nel pirottino questa torta al cacao dovrebbe farla da sola).

Ricoprire il pinguino:

Con la carta da forno inumidita con la marmellata, coprire una parte di quello che sarà il pancino del pinguino e due piccole parti per gli occhi.

Per la glassa al cioccolato, portare a ebollizione l’acqua e sciogliervi lo zucchero, fino a ottenere uno sciroppo omogeneo. Aggiungere il cioccolato a pezzetti e mescolare il composto fino a quando non sarà ben amalgamato. Spegnere la fiamma e lasciare riposare.

Quando la glassa sarà tiepida (se è troppo calda tende a diventare dura raffreddandosi, mentre se è troppo fredda tende a non spalmarsi), ricoprire la torta aiutandosi con una spatola, in modo da rendere omogenea la superficie della copertura.

Immergere i biscotti che diverrano le ali del pinguno nella glassa al cioccolato, in modo da dare loro il colore del resto del corpo e lasciare asciugare.

Una volta raffreddata la copertura, rimuovere i pezzi di carta forno e gli eventuali residui di marmellata.

Per la glassa bianca, portare l’acqua a ebollizione in un pentolino e aggiungera allo zucchero a velo in una ciotola poco alla volta, mescolando fino a sciogliere completamente lo zucchero e a eliminare ei grumi, fino a ottenere una consistenza vischiosa.

Con l’aiuto di un cucchiaino, ricoprire con la glassa le parti relative agli occhi (a cui aggiungeremo una goccia di cioccolato) e al pancino del pinguino e lasciare raffreddare.

Inserire il becco, le zampe e le ali del pinguino… et voilà!

torta pinguino davanti

torta pinguino profilo 2

pinguino dall alto

pinguno dentro

Purè di zucca alle mandorle

Il mio piatto di inaugurazione dell’autunno: la stagione della zucca!

Ingredienti per 4 persone:

Zucca: 1,5 kg (con la buccia), tipo Mantovana
Farina di mandorle: 50 grammi
Burro: 20 grammi
Parmigiano Reggiano: 30 grammi
Latte: 200 ml

Preparazione:

Privare la zucca di buccia e semi, tagliarla a tocchetti di un paio di centimetri di lato e metterla a lessare in abbondante acqua salata per circa 15 minuti.

Passare la zucca nel passaverdure. In un tegame antiaderente portare a ebollizione il burro con il latte, aggiungere le mandorle e incorporare la zucca.

purezucca1

Cuocere per un paio di minuti, girando il composto, fino a ottenere una crema densa. Mantecare con il Parmigiano e servire il purè caldo.

purezucca2

Carpaccio di gamberetti marinati agli agrumi

Una ricetta di mare semplicissima per una cena di fine estate…

Ingredienti per 4 persone:

– Gamberetti: 600 grammi
– Arance: 2
– Limoni: 2
– Lime: 1
– Olio extravergine di oliva: 3 cucchiai
– Peperoncino: q.b.
– Sale: q.b.

Preparazione:

Lavare sotto l’acqua corrente i gamberi, privarli del guscio e del filo nero sul dorso.

Riporli in una ciotola in frigo coperti dal succo spremuto di arance, limoni e lime per circa 2 ore.

Scolare i gamberi, condirli con l’olio, il sale e il peperoncino e servire freschi.

gamberetti marinati