Buon Compleanno, Blog! E, per festeggiare, un viaggio culinario: Bruxelles!

anniversary-1x  Ebbene sì: come mi ricorda WordPress,  è passato un anno dalla prima ricetta! A cui ne sono seguite altre centinaia, con commenti, scambi, suggerimenti da parte di altri blogger che piano piano ho incontrato lungo il cammino e che di sicuro hanno contribuito a quello che è questo luogo oggi. Grazie, quindi, a chi è passato di qui, a chi mi sta leggendo ora e a chi capiterà da queste parti prossimamente… Per festeggiare, intanto, vi regalo qualche fotina (a tema cibo) dal Belgio, meta recentissima di un viaggio lampo!

Che dire? Beh… mangiare, si mangia! Anche se abbiamo sempre un po’ l’idea che solo noi Italiani abbiamo una cucina davvero tipica e ricca, non di rado i paesi del Nord Europa ci sorprendono… Il Belgio è tra questi: c’è un po’ di tutto, per tutti i gusti!

Innanzitutto: pesce… anzi, cozze! Cozze grandi, cozze ovunque, in molte versioni, dalle semplici cozze marinate

a

 

servite in confortevoli porzioni da 1 kg, con incluse le famose patatine fritte (di cui qui fanno tuttiun gran vanto, ma onestamente a me sembrano come tutte le altre), a versioni più raffinate, anche in “piccoli assaggi” da antipasto, come quelle gratinate.

b 

Ma il sapore di mare trova ampio spazio anche nelle celebri zuppe (ce n’è in ogni forma e dimensione), per esempio nel Waterzoi, questo piatto caldo a base di panna, merluzzo, cozze, salmone (ma esiste anche la versione al pollo) che si lascia mangiare che è un piacere.

c

Certo, non manca la carne, spesso di maiale e accompagnata da patate in varie forme; qui una foto dei tre piatti più celebri: Stoump (salsiccia con purè), Flemish Carbonades (spezzatino alla birra) & Boulettes (polpette al pomodoro)

d

anche se devo ammettere che il piatto più buono che ho gustato in questi giorni, non so se sia davvero tipico ma non posso non consigliarlo a chiunque metta piede a Bruxelles è lo jambon de porc (il cosciotto di maiale) con mostarda e insalatina di accompagnamento gustato al “Fin de Siecle” (Rue de Chartreux 9):

e

 

Ultimi, ma non per importanza… i dolci! A parte il cioccolato, acquistabile in ogni forma, dimensione e tipo (assolutamente da provare le varie praline ripiene), merita un assaggio la Mousse au chocolat du Brussels, molto consistente e contenente scaglie di cioccolato

2014-08-07 22.15.38

 

e i famosissimi, rinomatissimi (e a ragione: il resto sono solo penose imitazioni) waffels o (in francese) gaufres serviti con tutto quello che vi pare (qui la versione banana e fragole fresche, panna montata e cioccolato fondente fuso).

f

 

Altro che torta di compleanno! ^_^

Intanto buone vacanze a voi che siete ancora via… e a presto!

Annunci

34 pensieri su “Buon Compleanno, Blog! E, per festeggiare, un viaggio culinario: Bruxelles!

    • Grazie mille, anche da parte del Bianconiglio, che sta un po’ sulle sue ma apprezza.

      Non so: con me wp è pieno di attenzioni: fa festa ogni tot follower, ogni tot post, ogni tot mesi… è un simpaticone. 😀

  1. Adesso aspettiamo il viaggio culinario a Singapore!
    Bruxelles mi manca ma se davvero torno a lavorare in italia dovrebbe rientrare nel mio perimetro di trasferte… mi segno cosa ordinare 🙂

    • Bruxelles mi è sembrata una città molto vivibile, in media la gente mi appariva serena, con ritmi non troppo forzati… Sarà che, in paragone a Milano quasi tutta Europa è più rilassata e poi, sai, da turista è sempre troppo facile. 😉

      Oh, guarda, ad avere i soldi per il volo ti verrei a trovare volentieri: ho sentito dire che ti si libera un posto! Pensa, non sbriciolo neanche in giro, io! 😀

      • Adesso la tua missione sarà trovare 531 euro per il volo milano-singapore con Emirates… che tutto sommato se conti lo scroccalloggio non è una tariffa così esagerata per una vacanza, di solito è più impegnativo farsi dare le ferie in bassa stagione (altrimenti sui ponti i biglietti salgono)

        • Sapevo che, anche a scatola chiusa, sarei stata meglio della Filippina. 😀

          Però ho un difetto enorme, oltre alla povertà: sono un insegnante. Non ho ferie, ho le feste comandate, io. E dato che quest’anno non ci sono ponti, significa due settimane a Natale e una a Pasqua.

              • Allora ti perdono ❤

                …però per il "sotto natale" ti posso far sapere solo più in là, perché se mi dicessero che devo tornare il 31 dicembre è un conto, se mi dicono di allungarla a marzo magari torno un briciolino in italia (anche se vedere la notte del 31 a singapore un po' m'ispira)

                • Io al tuo posto non ci penserei due volte a fare Capodanno lì. Anche se immagino che tu possa sentire nostalgia di casa. Ah, guarda, ci possiamo sentire nel tempo, tanto dovrei comunque organizzare una rapina per il volo, non c’è fretta! 😀

                • Secondo me sotto natale di rapine ne servono 2! L’alternativa è tipo subito i primi di Settembre (anche se fino al 4 ci sono i miei e il 14 vado a bangkok)… quando inizia la scuola? Cosa insegni?

                • Ah, io lo dico sempre: faccio il lavoro più bello del mondo. 🙂 Impegnativo, pieno di responsabilità, a tratti frustrante, ma non mi viene in mente nessuna professione piú emozionante di quella dell’insegnante!

                • E’ stata per parecchio tempo in lizza per essere una delle mie professioni obiettivo, purtroppo l’insicurezza per l’eccessiva difficoltà nell’acquisire un ruolo mi ha fatto desistere… mi sono accontentato di fare qualche ripetizione (principalmente inglese, poi una volta mi sono addirittura sbilanciato in latino!) e l’istruttore di nuoto… non è la stessa cosa e un po’ rimpiango il part time e le vacanzone perdute!

                • Premesso che questo commento sarà così schiacciato da risultare illeggibile (giuro che metto mano alle impostazioni), capisco molto bene quando parli della difficoltà del ruolo.

                  Che non ho, infatti. Anche perché prima ho fatto mille lavori mentre studiavo, poi ho avuto la bella idea di fare un dottorato di ricerca (esperienza interessante eh, ma un autogol da un punto di vista lavorativo incredibile), dopo, solo dopo, e dopo aver fatto un periodo come educatrice, ho capito che volevo insegnare.

                  Quindi (ti lascio immaginare) a 80 anni sarò ancora precaria, morirò così, instabile e in bilico, ma felice, perché ho avuto la fortuna di fare il lavoro più bello del mondo. 🙂

      • Ti spiego il trucco, io i commenti li leggo da wp direttamente e mi risponde in automatico all’ultimo commento. La modalità seria sarebbe rispondere al primo commento invece che all’ultimo, in modo che rimangano sempre sullo stesso piano!

        • Ok, fino a qui ci sono! Ma secondo me c’è un modo per far sì che i commenti a uno stesso primo commento siano tutti sullo stesso piano invece che restringersi, perché su altri blog lo vedo, anche se potrebbe dipendere -ahinoi- dal tema.

          {Ho appena cambiato colore di capelli. E a breve li taglio. Ho cambiato casa da 6 mesi. E lavoro da meno di un anno. Non posso cambiare anche il tema del blog] 😀 😀 😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...