Troccoli freschi con cipolla rossa e speck

Ingredienti per 4 persone:

– Troccoli freschi: 500 grammi
– Cipolle rosse: 4
– Speck: 150 grammi, tagliato a dadini
– Pecorino Romano: 6 cucchiai, grattuggiato
– Olio extravergine di oliva: q.b.
– Sale: q.b.
– Pepe nero: q.b.

Preparazione:

In una casseruola antiaderente rosolare la cipolla tagliata a fette insieme all’olio per pochi minuti rigirandola spesso,

Troccoli freschi con cipolla rossa e speck

poi aggiungere mezzo bicchiere d’acqua e lasciare proseguire la cottura a fiamma bassa con il coperchio per circa un’ora, quindi aggiungere lo speck e lasciare dorare per una decina di minuti, aggiustando di sale e pepe.

Troccoli freschi con cipolla rossa e speck2

Intanto cuocere i troccoli al dente (circa 6 minuti) in abbondante acqua salata, scolare e versare direttamente nella casseruola con il condimento, aggiungere il Pecorino Romano e mescolare bene.

Troccoli freschi con cipolla rossa e speck3

Servire caldi.

Troccoli freschi con cipolla rossa e speck4

Orecchiette in crema di nocciole e pancetta

Ricette di quelle dell’ultimo minuto, messa insieme con quello che c’era in casa e… inaspettatamente gustosa!

Ingredienti per 2 persone:

– Orecchiette fresche: 200 grammi
– Nocciole: 80 grammi, tritate
– Burro: una noce
– Panna da cucina: 3 cucchiai
– Pancetta affumicata: 70 grammi, a cubetti
– Pecorino Romano: 3 cucchiai
– Sale: q.b.
– Pepe: q.b.

Preparazione:

In una padella antiaderente rosolare per qualche minuto i cubetti di pancetta e le nocciole tritate insieme al burro,

Orecchiette in crema di nocciole e pancetta

poi aggiungere la panna, un mestolo d’acqua di cottura delle orecchiette, salare, pepare e proseguire la cottura per un paio di minuti, fino a ottenere una crema densa.

Orecchiette in crema di nocciole e pancetta 2

Versare direttamente in padella le orecchiette cotte circa 7 minuti in abbondante acqua salata e scolate, mantecare con il Pecorino Romano e servire calde.

Orecchiette in crema di nocciole e pancetta 3

Penne alla genovese

Questa è una delle ricette della nonna (anche se i suoi erano paccheri!)… Di quelle che ti mettono nostalgia appena ne senti il profumo… Ogni tanto ci vuole!

Ingredienti per 2 persone:

– Penne: 180 grammi
– Cipolle: 400 grammi
– Bocconcini di manzo: 150 grammi
– Vino bianco: mezzo bicchiere
– Pecorino Romano: 40 grammi
– Olio extravergine di oliva: 4 cucchiai
– Sale: q.b.

Preparazione:

In una capiente casseruola antiaderente lasciare appassire per qualche minuto la cipolla tagliata a fette con l’olio,

Penne alla genovese

poi aggiungere i bocconcini di manzo, rosolare per qualche minuto,

Penne alla genovese2

sfumare con il vino bianco, aggiungere un bicchiere d’acqua, il sale e lasciare cuocere per circa 2 ore (la cipolla deve sgretolarsi e la carne sfilacciarsi) a fiamma bassa con il coperchio, aggiungendo gradualmente altra acqua quando il sughetto si asciuga troppo.

Penne alla genovese3

Intanto cuocere in abbondante acqua salata le penne al dente (circa 12 minuti), scolare e versare direttamente nella casseruola. Mescolare energicamente incorporando il Pecorino Romano grattuggiato. Servire caldo.

Penne alla genovese4

Peperoni ripieni ai quattro formaggi

Ricetta molto semplice, ma di grande successo!

Ingredienti per 4 persone:

– Peperoni: 4, rossi
– Ricotta: 200 grammi
– Panna da cucina: 100 ml
– Asiago: 100 grammi
– Pecorino Romano: 50 grammi, grattuggiato
– Olive: 10, tipo: Gaeta
– Sale: q.b.
– Pepe: q.b.

Preparazione:

Tagliare ogni peperone in orizzontale, staccando la parte superiore e svuotarlo dei semi, tagliando via i filamenti bianchi interni.

Peperoni ripieni ai formaggi

Mescolare bene la ricotta, la panna, la caciotta tagliata a dadini, il Pecorino Romano, il sale e il pepe in una terrina.

peperoni ripieni ai formaggi2

Riempire ogni peperone con il ripieno preparato in precedenza

peperoni ripieni ai formaggi3

e cuocere in forno preriscaldato a 190 gradi per 50 minuti insieme alla parte tagliata.

Servire caldi, con la parte superiore a fare da “cappellino”.

peperoni ripieni ai formaggi4

peperoni ripieni ai formaggi 5

Risotto alla salsiccia in cialda di Parmigiano

Ingredienti per 2 persone:

– Riso: 150 grammi, tipo: Carnaroli
– Salsiccia: 150 grammi
– Pecorino Romano: 30 grammi
– Parmigiano Reggiano: 6 cucchiai (per i cestini)
– Burro: 20 grammi
– Vino bianco: 1/2 bicchiere, secco
– Scalogno: 2
– Brodo vegetale: 400 ml
– Rosmarino: q.b.
– Prezzemolo: q.b.
– Pepe: q.b.
– Sale: q.b.

Preparazione:

Per prima cosa preparare le cialde di Parmigiano: sulla piastra del forno rivestita da cartaforno distribuire in forma circolare 3 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattuggiato con l’aiuto di un cucchiaio.

risotto salsiccia in cialda di parmigiano

Cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 2-3 minuti (il formaggio dovrà risultare dorato), estrarre dal forno e disporre su contenitori cilindrici rovesciati in modo da dare la forma di cestini aiutandosi con le mani; lasciare raffreddare.

risotto salsiccia in cialda di parmigiano4

In una capiente padella antiaderente, soffriggere lo scalogno tritrato con l’olio per un paio di minuti, aggiungere la salsiccia a pezzetti privata della pelle e lasciare che prenda colore,

risotto salsiccia in cialda di parmigiano2

poi il riso fino a farlo tostare, sfumare con il vino bianco e aggiungere un paio di mestoli di brodo, il pepe e il rosmarino.

risotto salsiccia in cialda di parmigiano3

Proseguire la cottura a fiamma bassa con il coperchio, aggiungendo il brodo un mestolo per volta quando serve. Dopo circa 15 minuti (dipende dal grado di cottura che preferite), rimuovere il coperchio, se necessario aggiustare di sale (con il brodo non dovrebbe servirne altro), controllare la cottura elasciare asciugare; spegnere la fiamma.

Incorporare il Pecorino Romano grattuggiato e mantecare con il burro, mescolando energicamente fino a farlo sciogliere, decorare con prezzemolo e servire all’interno delle cialde.

risotto salsiccia in cialda di parmigiano5

Torta salata ai peperoni

Ingredienti per 4 persone:

– Peperoni: 3, misti
– Pasta brisé: 1 rotolo, rotonda
– Uova: 2
– Besciamella: 100ml
– Paprika: 1 cucchiaino colmo
– Olio extravergine di oliva: 3 cucchiai
– Pecorino Romano: 3 cucchiai
– Aglio: 3 spicchi
– Sale: q.b.

Preparazione:

In una padella antiaderente rosolare con l’olio gli spicchi d’aglio tagliati a metà; una volta imbionditi, aggiungere i peperoni tagliati a listarelle verticali e privati dei semi e delle parti bianche interne,

torta salata peperoni

salare e lasciare cuocere per circa 30 minuti a fiamma bassa, girando di tanto in tanto e aggiungendo poca acqua se fosse necessario.

Una volta trascorso il tempo previsto, lasciare intiempidire e intanto in una terrina sbattere un uovo intero più un tuorlo (mettendo da parte l’albume avanzante) con un la paprika, incorporare la besciamella e, per ultimo, l’albume dell’uovo montato a neve.

torta salata peperoni2

Stendere la pasta brisé in una tortiera di 26 cm di diametro ricoperta all’interno di carta forno, bucherellare la superficie con la forchetta, spalmare un paio di cucchiai del composto di uova e besciamella, versare i peperoni cercando di distribuirli in modo uniforme, poi coprire con il resto del composto e spolverare con il Pecorino Romano.

torta salata peperoni3

Richiudere i bordi della pasta brisé verso l’interno e cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per 25 minuti; lasciare intiepidire qualche minuto prima di estrarre dalla teglia

torta salata peperoni4

e servire a fette.

torta salata peperoni5

Spaghetti cacio e pepe

Premetto che non sono di Roma e quindi non pretendo che questa sia la ricetta tradizionale del piatto tramandata di generazione in generazione, ma solo la mia versione! 😀

È un piatto in teoria molto semplice, ma la cui riuscita è in realtà un gioco di equilibri: per evitare di ritrovarsi una pasta in bianco con Pecorino o una minestra al formaggio annacquata, infatti, è essenziale procedere con estrema cautela nell’aggiunta dell’acqua di bollitura, in modo da creare quella specie di cremina che rende questo primo meraviglioso.

Ingredienti per 4 persone:

– Spaghetti: 360 grammi (io prediligo la trafilatura a bronzo)
– Pecorino Romano: 120 grammi, stagionato
– Olio extravergine di oliva: 2 cucchiai
– Acqua di cottura: 1 mestolo circa
– Pepe nero: 1 cucchiaio colmo
– Sale: q.b.

Preparazione:

In abbondante acqua salata portata a ebollizione cuocere gli spaghetti al dente, per circa 11 minuti. Prima di scolare, ricordarsi conservare parte dell’acqua di cottura della pasta.

Ributtare gli spaghetti in pentola, aggiungere l’olio, il pepe, il Pecorino Romano grattuggiato e mescolare energicamente. Aggiungere gradualmente l’acqua di bollitura degli spaghetti, continuando a mescolare fino a ottenere un condimento simile per consistenza a quello della Carbonara.

Servire caldi.

spaghetti cacio e pepe

Sformati di gateau della nonna

Ognuno ha la sua ricetta del Gateau, un po’ come per la pizza, è una di quelle che passano di generazione in generazione, tra ingredienti “segreti” e cucine profumate. Questa è la mia, anzi quella della nonna (solo che lei ne faceva di più, molto di più!).

(Qui propongo di realizzare delle monoporzioni, evitando così il non sempre semplice taglio del Gateau).

Ingredienti per 2 persone:

– Patate: 600 grammi (pesate con la buccia)
– Burro: 40 grammi
– latte: 1/2 bicchiere
– Uova: 2
– Salame: 125 grammi
– Pecorino Romano: 60 grammi
– Provola: 125 grammi (in alternativa Provolone, dolce)
– Pan grattato: q.b.
– Strutto: q.b. (io ho usato il burro)
– Prezzemolo fresco: una manciata
– Sale: q.b.
– Pepe: q.b.

Preparazione:

Lessare le patate, pelarle e schiacciarle con lo schiacciapatate; lasciarle raffreddare . Aggiungere il burro a temperatura ambiente, le uova sbattute con sale e pepe, il Pecorino Romano grattugiato e il latte e mescolare il tutto fino a ottenere un composto omogeneo. Incorporare e la provola e il salame tagliati a dadini e il prezzemolo tritato.

sformati gateau1

Versare il composto così ottenuto in pirottini da forno in teflon della forma preferita (io ho usato quelli per i canestrini di pasta brisé) imburrati (o passati con lo strutto) e impanati con il pan grattato all’interno e spianare la superficie. Spolverare con altro pepe, pangrattato e Pecorino Romano.

sformati gateau2

Infornare a 180 gradi per circa 30 minuti (dovrebbe formare una crosticina dorata).

sformati gateau3

Estrarre dal forno e attendere dieci minuti prima di ribaltare i pirottini nei piatti di portata.

sformatigateau4

Servire subito.

sformati gateau5