Troccoli freschi con cipolla rossa e speck

Ingredienti per 4 persone:

– Troccoli freschi: 500 grammi
– Cipolle rosse: 4
– Speck: 150 grammi, tagliato a dadini
– Pecorino Romano: 6 cucchiai, grattuggiato
– Olio extravergine di oliva: q.b.
– Sale: q.b.
– Pepe nero: q.b.

Preparazione:

In una casseruola antiaderente rosolare la cipolla tagliata a fette insieme all’olio per pochi minuti rigirandola spesso,

Troccoli freschi con cipolla rossa e speck

poi aggiungere mezzo bicchiere d’acqua e lasciare proseguire la cottura a fiamma bassa con il coperchio per circa un’ora, quindi aggiungere lo speck e lasciare dorare per una decina di minuti, aggiustando di sale e pepe.

Troccoli freschi con cipolla rossa e speck2

Intanto cuocere i troccoli al dente (circa 6 minuti) in abbondante acqua salata, scolare e versare direttamente nella casseruola con il condimento, aggiungere il Pecorino Romano e mescolare bene.

Troccoli freschi con cipolla rossa e speck3

Servire caldi.

Troccoli freschi con cipolla rossa e speck4

Annunci

Spaghetti alla carbonara

Continua la sezione Grandi Classici, tra le ricette stra-tradizionali – naturalmente fatte a modo mio (considerato che sui piatti tipici e storici nessuno ha la verità in tasca, tanto vale affidarsi alla propria esperienza) – non poteva mancare l’intramontabile Carbonara ad accompagnare l’ennesimo acquazzone dell’estate meno estate dalla storia recente.

Sì, la Carbonara dicono di saperla fare tutti. Eppure, non l’ho mai mangiata buona a casa di nessuno. Certo, i gusti sono gusti. Ma che cattivo gusto devi avere per l’uovo freddo e gocciolante? O, peggio, per la frittata in pezzettoni? O per aggiungere la panna all’uovo, che neanche avessimo a che fare con una quiche?

Data la premessa, i miei gusti mi hanno portato -tra vari tentativi ed errori – a questa come ricetta definitiva, che trova (per me) sufficiente equilibrio tra i sapori e consente, se non si scambia l’ordine degli addendi, un condimento della consistenza giusta. A ognuno la sua Carbonara, poi! 😀

Ingredienti per 4 persone

– Spaghetti: 350 grammi
– Uova: 3
– Guanciale: 120 grammi (ma io ho usato la pancetta)
– Pecorino Romano: grattuggiato, 4 cucchiai
– Olio extravergine di oliva: 4 cucchiai
– Pepe: q.b.
– Sale: q.b.

Preparazione:

Cuocere gli spaghetti al dente (circa 11 minuti) in abbondante acqua salata; intanto sbattere le uova con un pizzico di sale, pepe a piacere e il formaggio grattuggiato, fino a ottenere una consistenza densa.

Spaghetti alla carbonara

Mettere quindi a soffriggere con l’olio extravergine di oliva il guanciale in dadini a fiamma moderata, in modo che diventi croccante (ma non bruci) per circa 5 minuti.

Spaghetti alla carbonara 2

Una volta scolati gli spaghetti ributtare in pentola *senza riaccendere la fiamma*, versarvi il condimento a base di uovo,

Spaghetti alla carbonara 3

mescolare velocemente e, per ultimo, aggiungere il guanciale ancora caldo con il suo olio di friggitura, (in modo che il calore contribuisca a rassodare – leggermente – l’uovo), sempre mescolando molto rapidamente per evitare che l’uovo si solidifichi “in pezzettoni”.

Spaghetti alla carbonara 4

Servire calda.

Spaghetti alla carbonara 5

Rotolini di sogliola avvolti nella pancetta

Torno da una lunga assenza, lontana dai fornelli e soprattutto dal pc, con una ricettina di pesce (perché il pesce fa tanto estate) veloce veloce che non mi potete dire di no!

Ingredienti per 2 persone:

– Filetto di sogliola: 250 grammi
– Pancetta: 50 grammi, affettata
– Scalogno: 1/2
– Olio extravergine di oliva: 3 cucchiai
– Vino bianco: 1 bicchiere, secco
– Sale: q.b.
– Pepe: q.b.

Preparazione:

Stendere sopra ogni fetta di pancetta un filetto di sogliola, salare, pepare, arrotolare formando un involtino e chiudere con lo spago da cucina.

Rotolini di sogliola avvolti nella pancetta

Soffriggere gli involtini ottenuti insieme allo scalogno tritato a fiamma bassa per qualche minuto,

Rotolini di sogliola avvolti nella pancetta 2

poi sfumare con il vino e proseguire la cottura per 3-4 minuti. Servire caldi.

Rotolini di sogliola avvolti nella pancetta 3

Zucchine rotonde ripiene II

Altro giro, altra corsa, altra zucchina tonda ripiena! Dopo queste qui:, ecco una nuova versione del piatto, con contenuto diverso!

Ingredienti per 4 persone:

– Zucchine: 4, rotonde, grandi
– Prosciutto crudo: 100 grammi, affettato
– Philadelphia: 150 grammi
– Uova: 2
– Basilico fresco: una quindicina di foglie
– Parmigiano Reggiano: 50 grammi
– Pangrattato: 4 cucchiai
– Sale: q.b.
– Pepe: q.b.

Preparazione:

Sbollentare le zucchine, intere, in abbondante acqua salata per 10 minuti, poi scolarle, tagliarle orizzontalmente a un dito dalla cima, in modo da creare un “coperchio” per la zucchina ripiena. Scavare la parte più grande della zucchina all’interno con un cucchiaino facendo attenzione a non romperla e raccogliendo la polpa in un contenitore (per destinarla ad altro uso).

Zucchine rotonde ripiene II

Riempire la zucchina con un impasto di philadelphia, uova, sale, pepe, basilico sminuzzato, pan grattato e prosciutto crudo tagliato a straccetti; spolverare con il Parmigiano Reggiano.

Zucchine rotonde ripiene II 2

Cuocere il tutto in forno preriscaldato a 180 gradi per 30 minuti, in una teglia ricoperta all’interno da carta forno. Servire calde con il “coperchio”.

Zucchine rotonde ripiene II 3

Zucchine rotonde ripiene II 4

Tortini di trofie in crema di ricotta con prosciutto e basilico

Ingredienti per 2 persone:

– Trofie fresche: 200 grammi
– Ricotta: 80 grammi
– Prosciutto cotto: 80 grammi, a dadini
– Basilico fresco: 6-7 foglie
– Burro: una noce
– Parmigiano Reggiano: q.b.
– Sale: q.b.

Preparazione:

Rosolare per pochi minuti il prosciutto insieme al burro in una padella antiaderente;

Tortini di trofie in crema di ricotta con prosciutto e basilico

intanto cuocere le trofie in abbondante acqua salata per circa 6-7 minuti, scolare e condire con la ricotta, il prosciutto, il basilico tritato, mescolando bene.

Tortini di trofie in crema di ricotta con prosciutto e basilico 2

Riempire due pirottini imburrati all’interno con la pasta condita, spolverare con Parmigiano Reggiano e infornare a 180 gradi per circa 20 minuti, di cui gli ultimi 4-5 utilizzando il grill.

Attendere 7-8 minuti prima di rovesciare i pirottini nei piatti di portata e servire.

Tortini di trofie in crema di ricotta con prosciutto e basilico 3

Tortini di trofie in crema di ricotta con prosciutto e basilico 4

Orecchiette in crema di nocciole e pancetta

Ricette di quelle dell’ultimo minuto, messa insieme con quello che c’era in casa e… inaspettatamente gustosa!

Ingredienti per 2 persone:

– Orecchiette fresche: 200 grammi
– Nocciole: 80 grammi, tritate
– Burro: una noce
– Panna da cucina: 3 cucchiai
– Pancetta affumicata: 70 grammi, a cubetti
– Pecorino Romano: 3 cucchiai
– Sale: q.b.
– Pepe: q.b.

Preparazione:

In una padella antiaderente rosolare per qualche minuto i cubetti di pancetta e le nocciole tritate insieme al burro,

Orecchiette in crema di nocciole e pancetta

poi aggiungere la panna, un mestolo d’acqua di cottura delle orecchiette, salare, pepare e proseguire la cottura per un paio di minuti, fino a ottenere una crema densa.

Orecchiette in crema di nocciole e pancetta 2

Versare direttamente in padella le orecchiette cotte circa 7 minuti in abbondante acqua salata e scolate, mantecare con il Pecorino Romano e servire calde.

Orecchiette in crema di nocciole e pancetta 3

Strudel con speck, ricotta e zucchine

Ingredienti per 4 persone

– Pasta sfoglia: un rotolo, rettangolare
– Zucchine: 1
– Speck: 100 grammi, in fette
– Ricotta: 100 grammi
– Olio extravergine di oliva: q.b.
– Parmigiano Reggiano: 3 cucchiai
– Sale: q.b.
– Pepe: q.b.

Preparazione:

Stendere la sfoglia e disporvi sopra la ricotta con una spatola da cucina.

Strudel con speck, ricotta e zucchine

Coprire con lo speck, la zucchina grattuggiata con la grattuggia a fori grandi, il Parmigiano Reggiano grattuggiato, cospargere con sale

Strudel con speck, ricotta e zucchine 2

e arrotolare la sfoglia in modo da ottenere uno strudel.Spennellare con l’olio, pepare

Strudel con speck, ricotta e zucchine 3

e cuocere in una teglia rivestita da carta forno a 170 gradi per circa 45 minuti.

Strudel con speck, ricotta e zucchine 4

Servire tiepido, a fette.

Strudel con speck, ricotta e zucchine 5

Carciofi ripieni filanti

Finalmente è la stagione dei carciofi! Bisogna approfittarne per non accontentarsi dei surgelati e osare con qualche ricetta speciale!

Qui li propongo in una versione semplice, ma gustosa: un secondo goloso che si realizza senza troppo sforzo!

Ingredienti per 4 persone:

– Carciofi: 8
– Prosciutto: 4 fette, cotto di Praga
– Scamorza: 4 fette, affumicata
– Aglio: 2 spicchi
– Limone: 1
– Prezzemolo fesco: 6-7 foglie
– Pan grattato: 2 cucchiai
– Besciamella: 2 cucchiai
– Olio extravergine di oliva: q.b.
– Sale: q.b.

Preparazione:

Per prima cosa, pulire i carciofi. Per questa operazione ognuno ha il suo stile; io (che per anni non mi sono osata pensando erroneamente che fosse difficilissimo) procedo così: indosso i guanti (per evitare di ritrovarmi le mani nere), elimino le foglie esterne più dure, taglio la parte superiore del carciofo con le spine e in questo caso il gambo (che ho preferito usare per altro), taglio a metà il carciofo per il lungo ed elimino la “barbetta” interna con un cucchiaio.

Carciofi ripieni filanti

Poi mettere a bagno in abbondante acqua con il limone tagliato a fette per una mezz’ora;

carciofi filanti 2

quindi sciacquare, scolare e adagiare tutte le metà di carciofi con la parte aperta verso l’alto su una teglia bassa contenente due dita d’acqua, poco olio, sale, pepe, aglio.

Riempire ogni carciofo a metà con mezza fetta di prosciutto piegata, mezza fetta di scamorza

carciofi filanti3

e coprire con il trito di prezzemolo mescolato al pan grattato e alla besciamella. Cuocere in forno preriscaldato a 160 gradi per circa 50 minuti.

Servire caldi… e filanti! 😀

carciofi filanti4

Cordon bleu, quelli veri…

La mia prima volta in Germania fu a Berlino, anni e anni fa, ancora all’inizio degli studi e con tanta voglia di scoprire la città delle contraddizioni: vecchio-nuovo, sinistra-destra, muro caduto-muro che ancora c’è qua e là.

Una delle sorprese di quel viaggio fu il cordon bleu: non quella specie di pollo pressato alto con dentro quasi niente e una panatura da morirci soffocati, ma l’amore tra due bistecche, legate da un cuore di formaggio fuso e prosciutto cotto!

Ne ho provata a fare una versione semplice, rapida e, soprattutto, buona! Eccola qui. 😀

Ingredienti per due persone:

– Bistecche di manzo: 4 (circa 250 grammi)
– Sottilette: 2 (ma va benissimo anche del formaggio che si fonda purché tagliato sottile)
– Prosciutto cotto: 2 fette
– Uovo: 1/2
– Olio di semi di girasole: q.b.
– Pan grattato: q.b.
– Sale: q.b.
– Pepe: q.b.

Preparazione:

Battere leggermente la carne, coprire due fette con una fetta di prosciutto per ognuna e poi la sottiletta, eventualmente tagliata in pezzi per corrispondere alla forma della superficie.

cordon bleau

Coprire con l’altra fetta di carne. Inserire con delicatezza (per non sfilacciare la carne) gli stuzzicandenti lungo il bordo delle bistecche, in modo da unirle ed evitare che il “ripieno” fuoriesca in cottura.

cordon bleau2

Passare nell’uovo sbattuto con sale e pepe e poi nel pangrattato. Friggere in olio di semi di girasole bollente,

cordon bleau3

girando con delicatezza almeno una volta il cordon bleau, per circa 6-7 minuti. Asciugare con la carta da cucina per eliminare l’olio in eccesso e servire caldi.

cordon blea4

Strangozzi ai porcini in salsa di stracchino e pancetta

strangozzi stracchino e pancetta

Ho trovato questa buffa pasta (sono tipo degli spaghettoni a base quadrata) al supermercato… e ho deciso di provarla, con una ricetta improvvisata al momento!

Ingredienti per 2 persone:

– Strangozzi ai porcini: 200 grammi
– Stracchino: 50 grammi
– Burro: 1 noce
– Pancetta: 50 grammi
– Salvia fresca: 6-7 foglie
– Sale: q.b.
– Pepe: q.b.

Preparazione:

In abbondante acqua salata cuocere gli strangozzi; intanto in una padella antiaderente sciogliere il burro, aggiungere la pancetta a dadidini e lasciare rosolare per 3-4 minuti a fiamma moderata. Aggiungere il sale, il pepe, la salvia sminuzzata e lo stracchino e lasciare che si sciolga a fiamma bassa senza coperchio,

strangozzi stracchino pancetta2

girando di tanto in tanto per qualche minuto, fino a quando la salsa si addensa, poi spegnere la fiamma e lasciare coperto.

Terminato il tempo di cottura degli strangozzi (circa 18 minuti), condirli direttamente in padella, mescolare bene

strangozzi stracchino e pancetta 3

e servire caldi.

strangozzi stracchino e pancetta 4